Un’enorme quantità di alghe delle dimensioni della Giamaica si sta dirigendo verso le spiagge del Messico

Una massa di alghe puzzolente delle dimensioni della Giamaica si sta dirigendo verso le spiagge turistiche più famose del Messico, rovinando le acque di solito incontaminate per i vacanzieri.

Si prevede che la gigantesca massa fluttuante di alghe di sargassum, lunga più di 340 miglia, colpirà il litorale caraibico messicano questa settimana, raggiungendo la costa della penisola dello Yucatan e diffondendosi fino al sud del Belize.

Le spiagge del Messico, in particolare Cancun e Tulum, sono popolari tra i turisti britannici che cercano una vacanza economica con il clima caldo e le acque cristalline.

Il sargassum ha interessato alcune delle spiagge più famose del Messico dal 2011, ma l’arrivo dell’isola delle alghe, soprannominata “macchia del Sargasso”, nei prossimi giorni è una preoccupante escalation.

La massiccia esplosione di alghe è stata causata dalla diffusa deforestazione in Amazzonia e dall’uso intensivo di fertilizzanti che hanno alimentato l’azoto negli oceani.

L’azoto, insieme agli oceani più caldi, ha potenziato la crescita delle alghe. Gli ambientalisti avvertono che le alghe sono un disastro per la biodiversità dell’area.

Mentre funge da habitat per la vita marina in mare, una volta colpito dalla riva muore e produce gas tossici e acido che si riversano in mare, danneggiando le barriere coralline e gli ecosistemi marini.

Forse peggio per i turisti è l’odore delle alghe in decomposizione mentre si decompone.

L’isola galleggiante, stimata a pesare più di 200 portaerei a pieno carico, è stata catturata dalle immagini satellitari della NASA ed ha un diametro di oltre 340 miglia e si trova a circa 620 miglia ad est dalla costa dello stato messicano del Quintana Roo.

Il dott. Chuanmin Hu, scienziato marino dell’Università della Florida meridionale, ha studiato la crescita delle alghe. Ha avvertito che in base agli ultimi 20 anni di dati, la cintura di alghe “è molto probabile che sia una nuova normalità”.

“La chimica dell’oceano deve essere cambiata in modo che le fioriture possano sfuggire di mano”, ha aggiunto.

Il dott. Woody Turner, direttore del programma di previsione ecologica presso la sede della NASA a Washington, ha dichiarato: “La scala di queste fioriture è davvero enorme, rendendo le immagini satellitari globali un valido strumento per rilevare e tracciare le loro dinamiche nel tempo”.

Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha schierato il corpo marino del paese per affrontare le alghe, ma ha anche fatto infuriare le imprese locali ridimensionando la questione.

La questione è arrivata al centro dell’attenzione dopo che l’onorevole Obrador ha dichiarato la settimana scorsa che l’impatto delle alghe sulla regione non era “molto grave”, mentre alcuni paesi, come le Barbados, hanno precedentemente dichiarato le emergenze nazionali a causa del pedaggio del turismo.

Obrador ha elaborato i suoi commenti giovedì, affermando che le persone contrarie al suo controverso progetto ferroviario Tren Maya sono anche dietro le affermazioni che il sargassum è ai livelli di emergenza.

“Devo dire alla gente che stiamo assistendo al problema delle alghe, ma non è così che qualcuno lo sta presentando.”

Tuttavia, secondo i dati del settore, le località alberghiere della Riviera Maya messicana, che si estende da Puerto Morelos a Punta Allen, hanno perso 12 milioni di dollari quest’anno da una recessione legata ai sargoidi nei visitatori.

Gli hotel hanno sistemato le reti in mare per cercare di tenere il sargassum lontano dalle spiagge, mentre il personale rimuove fino a una tonnellata usando pale e carriole.

Tuttavia la rimozione è dispendiosa in termini di tempo e in gran parte inefficace contro quantità così elevate.

Obrador ha dichiarato di aver stanziato 52 milioni di pesos (2,1 milioni di sterline) per misure come le navi e le barriere che catturano alghe – ma questo non è all’altezza di ciò che il segretario al turismo del presidente, Marisol Vanegas Pérez, ha detto che è necessario affrontare la questione.

Marte Bernardello

Marte è un commerciante specializzato e ha un grande interesse per la tecnologia. È responsabile dello svolgimento di tutte le ricerche necessarie quando si tratta di analisi tecniche delle scorte, nonché di esaminare gli ultimi gadget che presentiamo qui.

[email protected]

Latest posts by Marte Bernardello (see all)